Secondo indagini svolte a livello nazionale le sostanze tossiche presenti sui tessuti, sulla pelletteria e sulle calzature sono  la causa dell’8 % delle patologie dermatologiche rilevate presso le strutture sanitarie e riconducibili, nella totalità dei casi, a capi di importazione. Inoltre, un numero non rilevabile di patologie viene gestita con metodi auto medicali e sfugge pertanto alle statistiche. Preoccupa infine riscontrare che in capi analizzati presso laboratori attrezzati sono spesso individuate tracce di sostanze ben più pericolose: cancerogene o mutagene.

I tessuti e le calzature possono fare male se non prodotti correttamente. Una situazione che colpisce soprattutto i consumatori più deboli: anziani e bambini.