In collaborazione con

 

 

 

 

 

L’Associazione in collaborazione con il Politecnico di Torino, sezione di Biella, mette le proprie competenze a disposizione delle aziende che vogliono progettare e testare prodotti innovativi,  grazie all’esperienza acquisita nell’ambito della caratterizzazione fisica dei tessuti, della loro interazione con la fisiologia cutanea e dello studio del comfort termo-fisiologico dei capi di abbigliamento.

Il comfort termo-fisiologico viene valutato tramite test ‘in vivo’  su panel di persone, opportunamente selezionato.

I test sono condotti all’interno di una camera climatica in cui è possibile settare e controllare la Temperatura Ta, l’Umidità Relativa RH e la velocità dell’aria, riproducendo ambienti di lavoro molto diversi.

 

Camera climatica e suo interno con unità ventilante

-40°C ˂ Ta ˂ +60°C

20% ˂ RH ˂ 80%

0 ˂ velocità aria ˂ 60 Km/h

 

 

 

 

La misurazione del comfort termo-fisiologico avviene tramite le seguenti fasi:

  • Valutazione del capo di abbigliamento e del suo campo di applicazione
  • Studio del protocollo più idoneo e sua condivisione con l’azienda
  • Test preliminari e validazione del metodo
  • Esecuzione dei test, analisi dei dati, elaborazione del report.

 

Nel laboratorio si lavora per CONFRONTO, es:

  • Capo funzionalizzato vs capo tradizionale
  • Capo realizzato con un certo filato vs capo realizzato con filato diverso

eseguendo i test in parallelo su due (o più) tipologie di capi. Si fornisce quindi un INDICE DI COMFORT RELATIVO.

 

Sono state testate numerose tipologie di capi quali: t-shirts, felpe, giacche a vento, giacche casual, giacconi di alta gamma, abbigliamento denim, abbigliamento da bici, leggings, calze uomo, collant, scarpe da lavoro, ecc.

 

Quanto sopra è stato reso possibile dal fatto che, a partire dal 2005 Tessile e Salute è stata partner, insieme al Politecnico di Torino (sezione di Biella), al CNR ISMAC Biella, all’ITIs di Biella e al Fondo Edo Tempia, di 2 progetti triennali, finanziati dalla Regione Piemonte: il progetto LATT, per la creazione di un Laboratorio di Alta Tecnologia Tessile e il progetto Hitex, per la messa in opera del laboratorio su diversi fronti di ricerca.

In tali progetti l’Associazione ha collaborato con il Politecnico di Torino per la messa a punto di una metodologia innovativa per lo studio del comfort termo-fisiologico, basata su tre principali livelli:

  • test fisici sui materiali
  • valutazione dell’interazione dei materiali tessili con la fisiologia umana
  • test di utilizzo su volontari

Per maggiori informazioni sul progetto LATT, scarica il file:

Per maggiori informazioni sul progetto Hitex, scarica il file:

 

CONTATTI LABORATORIO: Dr.ssa Barbara Cravello; e-mail: barbara.cravello@tessileesalute.it

 

Polo di Innovazione Tessile

logo pointex-2

Per potenziare le opportunità di ricerca, Tessile e Salute ha aderito al Polo di Innovazione Tessile.

PO.IN.TEX ha sede, come l’Associazione stessa, presso Città Studi S.p.A. (ente gestore).

Nato nel 2009, Po.IN.TEX – Polo di Innovazione Tessile, è un’associazione di imprese (micro, piccole, medie e grandi), consorzi e organismi di ricerca che ha lo scopo di promuovere la competitività industriale attraverso l’innovazione cooperativa.

A giugno 2013 è terminato IRTEX, progetto biennale finanziato nell’ambito del Polo di Innovazione, a cui Tessile e Salute ha partecipato in qualità di sub-contraente del Politecnico di Torino.

Il progetto si è occupato della valutazione di finissaggi innovativi per il benessere della persona, con utilizzo nel tessile tradizionale e sportivo.